Che cos’è la Chiesa della Cura?

Una guida alla Lore della Chiesa della Cura, istituzione di Bloodborne.

Indice

L’istituzione più importante di Yharnam e in generale di tutta la lore di Bloodborne era la Chiesa della Cura, fondata da Laurence il Primo Vicario.

La sua dottrina si fondava sul culto del Sangue Antico e sulle sue caratteristiche straordinarie: una sostanza inebriante con poteri curativi, in grado di migliorare notevolmente le qualità fisiche di coloro che si sottoponevano alla sua infusione. La cosiddetta Comunione del Sangue.

Una fiala di Sangue antico utilizzata per le infusioni

I poteri del Sangue Antico, spingevano numerosi viaggiatori, da ogni parte del mondo, in pellegrinaggio a Yharnam. E i riti di Comunione permearono nel cuore della cultura cittadina. Grazie a questo, la Chiesa della Cura creò forte consenso tra gli abitanti, diventando, di fatto l’organizzazione che governava la città.

Ma l’infusione del Sangue portava con sé un effetto collaterale: la trasformazione in bestie feroci e creature completamente prive di senno.

Le origini della Chiesa della Cura

La Chiesa della Cura nacque da una costola dell’Accademia di Byrgenwerth: un luogo di studio fondato da Mastro Willem. A Byrgenwerth la teologia incontrava il metodo scientifico e l’oggetto principale di studio erano le Verità del Cosmo.

Una veduta dell’Accademia di Byrgenwerh

Il rettore Willem, in questo senso, non si limitava alla speculazione, ma investì molto nell’archeologia e nell’esplorazione. Metodi di ricerca che portarono gli studiosi di Byrgenwerth ad addentrarsi in antichi labirinti sotto la vecchia città di Yharnam. I labirinti sotterranei di Pthumeru: un’antica civiltà decaduta che si espandeva sotto terra.

La prima grande scoperta dell’Accademia arrivò proprio durante l’esplorazione dei labirinti pthumeriani. Pare, infatti, che durante il loro processo di espansione, questa antica civiltà fosse venuta in contatto con i cosiddetti Grandi Esseri, divinità Cosmiche, custodi delle verità assolute.

Gli studi di Byrgenwerth portarono alla luce il rapporto di cooperazione tra gli pthumeriani e i Grandi Esseri. Una convivenza simbiotica, che si traduceva in uno scambio. Da un lato gli pthumeriani proteggevano e veneravano i Grandi Esseri. Dall’altro, gli abitanti di Pthumeru, ricevevano la comunione del Sangue e la conoscenza delle tecniche arcane.

Fu la prima testimonianza delle qualità straordinarie del Sangue Curativo, sulla quale la Chiesa della Cura fonderà l’intera sua dottrina. Eppure Mastro Willem intuì il pericolo. Il fluido era di origini divine e aveva grandi poteri, ma innescava nell’organismo una mutazione cellulare, fino a scatenare la piaga della bestialità.

Il morbo fu la causa della fine di Pthumeru. Una vera e propria pandemia, che portò alla decadenza della civiltà e che la obbligò a sigillarsi all’interno degli stessi labirinti, celandosi così al mondo esterno. Il loro destino sarebbe stato quello di rimanere a guardia dei Grandi Esseri dormienti, custodendo il loro drammatico segreto.

La testimonianza di Pthumeru, e della sua fine, spinse Willem a voler abbandonare le ricerche sul Sangue Antico, temendo la disgregazione della città di Yharnam. Ma Laurence, che a quei tempi era uno studente di Byrgenwerth, non era d’accordo: abbandonò l’accademia e fondò la Chiesa della Cura, con sede nella Grande Cattedrale di Yharnam.

La neonata organizzazione non abbandonò del tutto i metodi di Willem e continuò con l’esplorazione degli antichi labirinti sotterranei. Fu così che, anni dopo trovarono e catturano Ebrietas, la Figlia del Cosmo, un Grande Essere Minore. Ebrietas venne imprigionata e trasferita sotto la Grande Cattedrale, con l’obiettivo di sfruttarne i poteri del sangue.

L’officina dei Cacciatori

Durante l’esplorazione degli antichi labirinti, gli studiosi di Byrgenwerth e della Chiesa della Cura si trovavano a fronteggiare creature feroci e violente, tanto che si rese necessaria la creazione di un vero e proprio braccio armato a loro difesa.

Serviva, inoltre, un ordine in grado di arginare con la forza ogni accenno di mutazione bestiale nei cittadini sottoposti alla Comunione. Fu quindi fondata da Laurence l’Antica Officina dei Cacciatori: un luogo dove venivano addestrati uomini e donne che avrebbero dimostrato un’innata resistenza al richiamo bestiale derivante dalle infusioni. Il primo di loro fu Gehrman.

Le Suore della Chiesa della Cura

Le Suore della Chiesa della cura erano delle vere e proprie sante che, grazie alla loro purezza d’animo, venivano scelte come incubatori di Sangue Sacro: soggette a continue infusioni, con lo scopo di coltivarlo e metterlo a disposizione degli insaziabili membri della Chiesa della Cura.

Il Sangue Antico, come detto, creava forte dipendenza e assuefazione. Per questo, per gli studiosi e i membri della Chiesa della Cura, era necessario un approvvigionamento continuo. Il fluido infuso nel corpo delle Suore permetteva di disporne in continuazione, sebbene fosse più diluito e meno potente.

La loro esistenza sembra implicare che vi fossero alcune persone immuni alla bestialità e in grado di coltivare il sangue all’interno dei loro stessi corpi, senza subirne gli effetti. Si trattava, tuttavia, di una caratteristica molto rara. Le sante della Chiesa della Cura, infatti, erano pochissime.

Il Coro

È l’organo più importante e rispettato della Chiesa della Cura. A loro era destinato il compito di dialogare con i Grandi Esseri dei labirinti, al fine di trascendere il piano esistenziale dell’umanità. Infatti, essi erano in possesso di una Conoscenza Superiore (insight), fornita dal costante contatto con Ebrietas, la Figlia del Cosmo, divinità rinvenuta negli antichi labirinti e portata a Yharnam, nella Grande Cattedrale. È proprio dal contatto Ebrietas che i membri del Coro svilupparono le loro conoscenze. Ma soprattutto, fu proprio il Grande Essere a garantire alla Chiesa e alla città di Yharnam un costante e continuo flusso di Sangue Curativo.

I membri del Coro erano anche cacciatori ed esploratori dei labirinti. Ma a, differenza dei loro colleghi, erano in grado di maneggiare poteri e manufatti derivati dai Grandi Esseri.

Uno dei membri più importanti del Coro fu Caryll, un antico cacciatore che trascrisse i suoni indecifrabili dei grandi esseri in particolari rune, utilizzabili dai Cacciatori per migliorare le loro capacità nel combattimento e nella conoscenza.

La parte superiore della Grande Cattedrale

La Notte della Caccia

Ogniqualvolta la piaga delle bestie prendeva il sopravvento – e le strade di Yharnam si riempivano di belve – la Chiesa della Cura bandiva la Notte della Caccia. Durante questo evento, i cittadini che non erano stati toccati dal morbo, dovevano barricarsi nelle loro abitazioni, per proteggersi.

I vicoli della città, infatti, si trasformavano in un campo di battaglia, tra le bestie afflitte dal morbo e i loro cacciatori, che avevano il compito di mondare le strade dal morbo, trucidando tutto ciò che incontravano. Come sappiamo, la piaga si diffondeva in modo incontrollabile, al punto da rendere le notti di caccia sempre più lunghe ed estenuanti.

Per questo motivo, in molti cittadini, ebbri di sangue, si scatenava una violenta frenesia omicida, al punto da spingerli a partecipare alla caccia, nella doppia veste di prede e cacciatori improvvisati.

La Notte della Caccia per le strade di Yharnam

Old Yharnam e il Sangue Cinereo

Ma i cacciatori vennero impiegati molto prima dell’istituzione della Notte della Caccia.

A Old Yharnam, la parte più antica della città, si diffuse il morbo del Sangue Cinereo. Le cause, apparentemente sconosciute, sono da ricondurre agli esperimenti della Chiesa della Cura, che usarono gli abitanti della città per condurre i primi esperimenti sul campo del Sangue Antico.

È opinione diffusa, infatti, che sia stata proprio la Chiesa a far ammalare i cittadini e, non appena le normali medicine si dimostrarono insufficienti, ebbero l’occasione di intervenire, con una massiccia somministrazione di Sangue Curativo.

Tale terapia, sebbene pose fine all’epidemia, trasformò l’intera popolazione in bestie feroci. Questa circostanza fu la prima in cui vennero impiegati i Cacciatori, al di fuori degli antichi labirinti. La loro spedizione, tuttavia, risultò inefficacie. L’unica, tragica, alternativa fu bruciare l’intera area della città e sigillarne gli ingressi.

Ma il rimedio non bastò a bloccare la piaga, che, da lì a poco, avrebbe invaso l’intera città di Yharnam.

Old Yharnam

L’officina dei Cacciatori della Chiesa della Cura

La carneficina di Old Yharnam non fu indolore. Si fece strada all’interno della Chiesa della Cura la convinzione che servisse un ordine in grado di controllare meglio l’epidemia delle bestie che stava avanzando. L’antica officina di Gherman venne chiusa, a favore della creazione di una nuova palestra, più moderna e preparata: l’Officina dei Cacciatori della Chiesa della Cura.

Ludwig divenne il capo della nuova officina, un chierico molto preparato e molto stimato dallo stesso Laurence. Questa nuova officina si differenziava dall’altra per l’utilizzo di metodi più all’avanguardia. I nuovi cacciatori, infatti, oltre ad essere abili nel combattimento, erano anche dei medici.

Dei chierici, insomma, che oltre a mondare le strade dalla bestialità, conducevano ricerche sul sangue curativo sugli inermi abitanti di Yharnam.

I cacciatori erano divisi in tre classi:

  • Cacciatori Neri, il cui unico compito era mondare le strade di Yharnam dalle bestie.
  • Cacciatori Bianchi, chierici che approfittavano della caccia per studiare e condurre esperimenti sul sangue curativo.
  • Cacciatori di Cacciatori, potenti guerrieri con il compito di combattere i cacciatori che venivano corrotti dal sangue, cadendo nella bestialità.
Eileen il Corvo: Cacciatrice di Cacciatori

La scuola di Mensis

L’ultima delle ramificazioni della Chiesa della Cura è la Scuola di Mensis, guidata da Micolash, anche lui un vecchio studioso di Byrgenwerth.

Il compito della scuola era contattare altri Grandi Esseri, per raggiungere le verità straordinarie del Cosmo che essi custodivano. Il metodo utilizzato era un rituale effettuato tramite un Terzo Cordone Ombelicale: una potente reliquia cosmica, derivante dai Grandi Esseri e in grado di evocarli.

Le mummie di Micolash e degli adepti della Scuola di Mensis

L’esecuzione del rituale e le ricerche della scuola venivano condotti con metodi poco ortodossi. Anche per questo motivo, la Chiesa della Cura relegò le attività di Micolash nel nascosto villaggio di Yahar’gul, in modo da tenerne lontani i metodi dalla vista degli abitanti di Yharnam e non perdere il consenso sulla popolazione.

Le conseguenze del rituale furono nefaste. Micolash e i suoi adepti divennero folli e furono imprigionati nell’Incubo di Mergo, il Grande Essere invocato.

Ma le conseguenze furono terribili anche per la città di Yharnam. Pare infatti che il rituale accelerò il potere del Sangue Antico, velocizzando la trasformazione in bestie degli abitanti che avevano praticato l’infusione.

Collegamenti esterni

Laurence il Primo Vicario – Bloodborne Wiki

Ebrietas la figlia del Cosmo – Bloodborne Wiki

Fiala di Sangue – Bloodborne Wiki

Yharnam Centrale – Bloodborne Wiki

Old Yharnam – Bloodborne Wiki

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.